sabato 2 aprile 2011

WEB: SE NON CI SEI NON ESISTI

Tutto cominciò con myspace.
Ero agli albori del “promuovi te stesso”: le migliori foto, un username accattivante, richieste d’amicizia a gogo. Ricordo ancora i primi tristissimi layout, gli smadonnamenti per personalizzare il profilo e i messaggi privati degli stalker. A pensarci adesso, mi sembra davvero la preistoria.
Poi, un giorno, tramite e-mail mi arriva un invito: iscriviti su Facebook! Clicco e mi ritrovo in una pagina bianca, zero colori, profili tutti uguali. Che schifezza pensai. Dopo un paio di mesi ero già iscritta.
Adesso, dopo due anni, ho un account su Twitter, uno su Youtube, uno su Flickr, uno su Delicious (scommetto che anche voi ne ignoravate l’esistenza, eh?), uno su aNobii (il che dovrebbe ammortizzare il punteggio-fancazzismo dandomi una parvenza vagamente intellettualoide), e in tutto questo una vocina dentro di me dovrebbe forse dirmi che sto esagerando?
No.
Anzi. Mò mi sparo pure un blog.
Perché la verità è che possiamo pure giocare a fare gli anticonformisti, ma viviamo nel 2011, il web è la nostra realtà, e se non ci sei non esisti.
Triste realtà? Forse.
Ma io ci sono.
E da oggi anche questo blog.

Nessun commento:

Posta un commento