martedì 7 giugno 2011

LA VIE C'EST FANTASTIQUE, POURQUOI TU TE LA PLASTIK?

A questo punto, le amiche che hanno studiato o stanno studiando francese mi toglieranno il saluto, i colleghi che hanno studiato con me advertising mi cancelleranno dalla lista amici di facebook e i miei professori mi bocceranno.
Fatevi dire, miei cari nazisti delle lingue, ché non vi bastava l'italiana ma ce l'avete anche con quelle straniere, che se siete abbastanza fighi da trovare qualcosa che faccia rima dignitosamente con Plastik fatevi avanti, e io ammetterò le mie imbarazzanti associazioni linguistiche, farò fagotto, e me ne andrò nell'angolo più recondito della rete.
Ma c'è un motivo se con tanta ispirazione ho riacceso l'abat-jour (stasera ce l'ho col francese, tutto è cominciato con le fantasie su Vincent Cassel), ho riaperto il mio netbook (che no, non utilizzo solo quando sono in bagno) e mi sono messa a scrivere nonostante domattina alle 8 in punto gli idraulici busseranno al citofono.
Voglio scrivere una domanda su una pergamena immaginaria, arrotolarla, infilarla in una bottiglia altrettanto immaginaria e lanciarla nel mare della rete. Questa domanda è: MA CHE CACCHIO DI SENSO HANNO TUTTI 'STI PROGRAMMI SULLA CHIRURGIA PLASTICA???
A questa ricollego la domanda: perché il mio sedere sporgente é un culone e quello di Jennifer Lopez è assicurato migliaia di dollari e squinzie pazze si fanno impiantare nel di dietro gommose ferle in silicone?
Per non parlare del cinquantenne che si fa iniettare il botox per tornare a somigliare a un quarantenne ma sembra ancora un cinquantenne nonostante lui dica di sentirsi ringiovanito di dieci anni. Amico, non è cambiata una mazza, renditene conto! Mi sembra come quando vado dal parrucchiere e, nonostante il taglio mi faccia letteralmente cagare, appena mi chiede soddisfatto <Che ne pensi?> la mia mente concepisce solo imprecazioni ma la mia bocca riesce soltanto a sussurrare <Perfetto!>. 
Infine, ci sono i casi in cui realmente la chirurgia plastica ha cambiato la vita di poveri disgraziati contro cui la natura si è accanita sin dai primi anni di vita, o anche dopo. Storie che ti fanno rabbrividire, come al solito ti fanno pensare a quanto sei fortunato e quanti problemi seri ci siano al mondo, ma che in mezzo a quel botox e quelle ferle finte ti sembrano contestualizzati quanto dei fenomeni da baraccone al pari degli altri. 
Più guardavo questa puntata più riuscivo a pensare soltanto a quanto esplosivo ci avrebbe ricavato Tyler Durden con tutto quel grasso da culo, tanto da far saltare in aria l'intera casetta di bambole in cui la pseudo-presentatrice si destreggiava, quasi essere una Barbie fosse il massimo dell'aspirazione. E purtroppo per molti lo é. 

Immagine di Vincent Cassel
So che vi aspettavate la foto di una paio di tette rifatte ma Vincent Cassel è decisamente troppo figo per non pubblicarne una foto. 

2 commenti:

  1. il mio nazismo linguistico innato viene annientato di fronte ai tuoi post!
    come sempre, fantastico, specialmente la parte relativa alla triste verità sui tagli di capelli! :-D
    che ridere Manu!
    p.s. pollice in the sky with diamonds per il vincent cassel a sorpresa!

    RispondiElimina
  2. ahuahuhauhauhauhauhauhauha :DDDDD grazie tesoro, sapevo che gli intenditori avrebbero apprezzato (mi riferisco soprattutto a vincent) <3

    RispondiElimina