venerdì 30 novembre 2012

RISO BASMATI CON POLLO, MELE E CURRY

Avete presente quelle micro-ricette che trovi dentro le confezioni delle spezie equo-solidali? Ok, forse sono andata un po' troppo nello specifico, ma vi assicuro che queste micro-ricette sulle quali non scommettereste neanche un euro, che vi sembrano messe lì tanto per dire "ehi, ciao, ti offro un valore aggiunto", in realtà sono LA VITA. Sul serio. Se poi le modifichi di qua, le aggiusti di là, sostituisci l'ingrediente che ti butta pesante e moltiplichi le dosi per il doppio dei commensali, il gioco è fatto: ti ritrovi a sfamare sette tra amici e coinquilini che, con il sottofondo di Scrubs, raschiano la padella con il cucchiaio di legno e ti chiedono "Ce n'è ancora?". E lì l'istinto materno sale a palla, e nell'entusiasmo generale pulisci pure i piatti!

Se anche voi volete vivere un pranzo simil-famiglia Barilla, ma con i piatti di plastica e le sedie di legno basculanti, ecco la ricetta, semplice e speziata, che vi propongo: Riso basmati con pollo, mele e curry.

Ingredienti per 6 persone:
  • 600 gr. di riso basmati;
  • 1 dado vegetale;
  • 5 petti di pollo tagliati a pezzettini;
  • 1 cipolla grande;
  • 3 mele tagliate a cubettini;
  • 4 cucchiaini di curry;
  • 100 gr di anacardi o mandorle tritati;
  • 200 gr. di philadelphia;
  • olio, sale.

Preparazione:
Mettete a bollire l'acqua con il dado e cuocete il riso basmati, aggiustandolo di sale se serve e scolandolo quando è pronto. Conservate il brodo, mi raccomando, e ponete il riso in una ciotola mescolandolo con un filo d'olio.

Nel frattempo fate rosolare la cipolla con un paio di cucchiai di olio in padella, aggiungete i pezzetti di pollo e fateli rosolare per bene. Aggiungete i cubetti di mela, gli anacardi o mandorle tritati e il curry e continuate a farli sfrigolare in padella. Quando vi sembra già tutto ben dorato, cominciate a sfumare il vostro condimento con il brodo (ricordate? Quello che avete conservato quando avete scolato il basmati. Perchè l'avete conservato, vero???).

Continuate ad aggiungere brodo finché il pollo non è cotto e il composto abbia generato una bella cremina densa. Completate l'opera aggiungendo la philadelphia (si scrive LA philadelphia o IL philadelphia? CHEPPALLE e chi se ne frega???) e mescolate finché non si scioglie, creando una crema irresistibile, che assaggerete e aggiusterete di sale e di curry secondo i vostri gusti. 

Adesso non vi resta che fare le porzioni (avevo scritto impiattare ma me lo dava come errore, non voglio offendere gli accademici della crusca che seguono fedelmente il mio blog): create una bella montagnetta di riso in ogni piatto e versatevi al centro il condimento con la sua bella cremina. 
Prendete posto, girate il televisore in direzione del tavolo e: buon appetito!




2 commenti:

  1. wow sembra buonissima! una domanda per te:le mandorle tritate devono essere tritate tipo farina o vanno bene più grossolane? (scusa per la domanda che potrebbe sembrare un pò idiota,ma mi è partito il trip dei particolari..sai quando diventi puntigliosa a tal punto che le coinquiline ti vorrebbero buttare fuori di casa?) brava,mi piacciono sempre le tue ricette!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emilia, stai parlando con una pignolissimissima e i miei coinquilini sarebbero d'accordo con i tuoi, quindi ti capisco benissimo :D
      Comunque le mandorle vanno bene tritate un poò grossolane, giusto per fare sentire il crock mentre mangi. Poi tritandole ti verranno quelle un po' più polverizzate e quelle più grosse, ma va bene uguale, l'importante è che non sono tutte ridotte a farina sennò neanche te ne accorgi più!
      Poi quando la provi fammi sapere :P e grazie per i complimenti! A presto!

      Elimina