martedì 9 giugno 2015

CHEESECAKE AL TIRAMISÙ, O TIRAMICAKE, INSOMMA QUELLO

La vita in ufficio è dura, e con il caldo ancora di più.
O almeno credo sia questa la scusa migliore per giustificare un dolce in compagnia dei colleghi senza alcuna ricorrenza particolare se non celebrare il nostro essere mangiatari oltre ogni dieta, oltre ogni misura.

Quindi quando i colleghi tempestano il tuo profilo Facebook con richieste culinarie, non ti resta che tirartela per qualche giorno (il tempo necessario per non far capire che stavi cercando solo una scusa valida per sfondarti di cibo) per poi cedere dicendo "Vi vizio un po' troppo" con l'aria di chi lo strappo non lo voleva fare ma è stato costretto a farlo.

Ecco quindi che in poco più di un'ora la Cheesecake al Tiramisù è pronta. E se la fortuna sarà dalla vostra parte, riuscirete a farne fuori più di una fetta prima della sua dipartita!

Ingredienti:
  • 200 gr biscotti digestive;
  • 80 gr di burro fuso;
  • 2 cucchiai di gelatina in polvere o 2 fogli di colla di pesce;
  • 350 ml di panna;
  • 130 gr zucchero;
  • 4 tuorli d'uovo;
  • 250 gr mascarpone;
  • 250 gr formaggio tipo philadelphia;
  • 4 tazzine circa di caffè zuccherato diluito con poco latte;
  • 25 savoiardi circa;
  • cacao amaro in polvere q.b.;
  • Nutella se non avete ritegno.

Preparazione:
Riducete in polvere i biscotti e mescolateli al burro. Versate il composto ottenuto in una teglia a cerniera apribile di 21cm di diametro la cui base avrete precedentemente foderato con della carta forno. Livellate con il dorso di un cucchiaio e mettete in frigo per almeno 1/2 ora. 

Scaldate a bagnomaria 50 ml di panna e scioglietevi la gelatina in polvere (o la colla di pesce), sbattendo con una forchetta così da evitare la formazione di grumi. Lasciate intiepidire, mescolando di tanto in tanto.

Montate il resto della panna in una ciotola e mettetela da parte. Montate in un'altra ciotola i tuorli d'uovo con lo zucchero, aggiungendo poi il mascarpone e la Philadelphia e continuando a montare finché il composto non risulterà omogeneo. 

Aggiungere la crema al mascarpone alla panna, mescolando dal basso verso l'alto con un cucchiaio di legno per non farla smontare. Aggiungete poi la panna con la gelatina ormai raffreddata e continuate a mescolare allo stesso modo.
Non siate impazienti, so che avrete la tentazione di mescolare tutto con le fruste e chissenefrega ma fate i bravi, metteteci 5 minuti in più e fate le cose per bene!

Adesso fate OMMM e procedete con la pre-decorazione: prendete i savoiardi e tagliatene via circa 2-3 cm. Imbeveteli nel caffè solo da un lato senza farli inzuppare troppo e poi disponeteli a raggiera intorno al bordo dello stampo, con la parte tagliata verso lo strato di biscotto e con il lato non inzuppato verso l'esterno della torta (e quindi a contatto con la stampo).

Versate metà della crema al mascarpone all'interno dello stampo. Se volete farla proprio porca cospargetevi sopra qualche cucchiaiata di Nutella e spalmate alla meno peggio su tutta la superficie. Quindi prendete i pezzetti di savoiardo che avete tagliato in precedenza, imbeveteli nel caffé e distribuiteli sopra la Nutella. Infine versate la rimanente crema al mascarpone, livellando con un cucchiaio.

Ponete in frigo per un'oretta, dopo la quale completerete la decorazione spolverizzando la superficie della torta con il cacao amaro setacciato. Riponete in frigo per almeno 4 ore, anche se è sempre consigliabile prepararla la sera prima, come ogni cheesecake che si rispetti. 


Bè, cosa aspettate? Vai con la merenda!


1 commento: