Una delle mie parole preferite è questa:

Serendipity: la fortuna di fare felici scoperte per puro caso e, anche, il trovare una cosa non cercata e imprevista mentre se ne stava cercando un’altra.

Ed è proprio per caso, mentre stavo sorseggiando uno spritz al Vanilia & Comics di Bologna, che ho fatto la felice scoperta, scorgendo un “Mostrino Elettrico” proprio alle mie spalle e chiedendomi chi potesse esserne l’autore (o, in questo caso, l’autrice).

Una foto pubblicata da Emanuela Di Natale (@manudinazareth) in data:

Ecco come sono giunta nel coloratissimo mondo di hellobea, l’illustratrice bolognese con la passione per il disegno (e non solo), la predisposizione per l’illustrazione per bambini (e non solo) e tanti progetti per la testa (e non solo: ha anche pubblicato diversi adorabili libri per bambini, come ‘Heads and Tails’ che puoi trovare su Amazon!).

Insomma, non ho resistito: dopo un po’ di sano stalking online l’ho contattata per un’intervista e in men che non si dica… eccola qua! Grazie mille Beatrice per le tue bellissime parole!

ps: hellobea ha anche uno shop belliccimiccimo qui!

hellobea: identificati!

Mi chiamo Beatrice Tinarelli e il mio pseudonimo è hellobea. Sono nata nel 1978 a Bologna, dove ho studiato al Liceo Artistico, all’Accademia di Belle Arti e alla Scuola di Disegno Anatomico; e dove lavoro come grafica ed illustratrice dal 2001. Ho un gatto nero, Lapo, che spesso è il mio muso ispiratore, accumulo matite e vado spesso a Berlino, che è la mia amatissima seconda casa. Mi piace tanto anche fare festa ed è facile incontrarmi nei postacci di Bologna con i miei amici. La musica è la mia grande passione n°2 e per questo da quasi 20 anni faccio la dj. Da grande, invece, farò l’astronauta.

Una foto pubblicata da Beatrice Tinarelli (@hellobea) in data:

Come trascorri una tua giornata tipo?

Quando lavoro a qualche commissione, la trascorro tutta al computer.
Quando lavoro a progetti miei, la trascorro tutta al computer.
Quando non ho niente da fare (come dicevo poco fa) mi godo la tranquillità, viaggio, faccio cose, vedo ggente, esco con gli amici, metto i dischi da qualche parte, vado a zonzo, giro per i bar… e ci trovo nuove idee.
Per le vie di mezzo, invece, ritenterò nella prossima vita 😉

Di cosa non potresti fare assolutamente a meno?

Della musica che mi piace e della matita. E anche un po’ del ragù.

Una foto pubblicata da Beatrice Tinarelli (@hellobea) in data:

Perché proprio l’illustrazione per bambini?

E’ capitato. Il mio portfolio si è costruito soprattutto su quello, a seconda delle commissioni che ho avuto. Ho un segno molto giocoso e, fatalismi a parte, credo che alle fine il motivo sia quello. E poi, tanto tanto adulta non sono neanche io! XD

Una foto pubblicata da Beatrice Tinarelli (@hellobea) in data:

Qual è il progetto di cui vai più orgogliosa?

Non saprei, voglio bene a tutti i miei lavori. Però avere fra le mani il primo libro interamente illustrato da me, “Nursery Rhyme Clues and Crimes!”, un libro-puzzle di filastrocche tradizionali anglosassoni riviste in chiave moderna, pubblicato da Walter Foster Jr nel 2016, è stata (ed è) una grandissima soddisfazione.

Una foto pubblicata da Beatrice Tinarelli (@hellobea) in data:

Qual è la tua più grande fonte di ispirazione quotidiana?

Qualsiasi cosa: da un moscerino che cammina sulla scrivania, al mio gatto, a un nuovo libro fichissimo appena comprato: l’ispirazione è sempre un po’ sfuggente e quindi, per trovarla, non mi precludo nessuna strada. È ben vero però che ci sono certi giorni in cui è un fiume in piena e altri in cui non riesco a disegnare neanche una stellina, ma con l’esperienza ho imparato che quei giorni è meglio lasciar stare, fare altro e non farsi prendere dal panico: domani è un altro giorno e (quasi sempre) porta buone cose.

Una foto pubblicata da Beatrice Tinarelli (@hellobea) in data:

Qual è il tuo sogno nel cassetto?

Il più grande è andare sulla Luna. Gli altri 154782654789 cerco di realizzarli uno alla volta sulla Terra! 🙂

Qualche spoiler sui tuoi prossimi progetti?

Al momento ho finalmente trovato il tempo di mettere in opera le idee (che avevo in cantiere da un bel po’) di alcuni libri per piccolini.
E in parallelo sto portando avanti un progetto che ha a che fare con la magia. Segretissimo 😉

Una foto pubblicata da Beatrice Tinarelli (@hellobea) in data:

 

 

Leggi le altre mie interviste qui.